browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

San Secondo Parmense

Posted by on 24 luglio 2012

Le manifestazioni più importanti del paese sono Il “Palio delle contrade di San Secondo Parmense” che si svolge la prima domenica di giugno e la Fiera della Fortanina e della Spalla di San Secondo che si svolge l’ultima domenica di agosto.

Palio

Il palio si disputa annualmente tra le contrade di San Secondo, che se lo contendono riproponendo la rievocazione storica del matrimonio del Conte Pier Maria III de Rossi con Camilla Gonzaga, svoltosi nel lontano 1523, alla presenza di personaggi illustri, quali Giovanni dalle Bande Nere (zio di Pier Maria) e Pietro l’Aretino. La sposa, figlia di Giovanni Gonzaga di Vescovato, è nipote del marchese di Mantova Francesco e cugina del futuro duca Federico II.

Le contrade che si contendono il palio sono sei:

  • Bureg di Minen
  • Castell’Aicardi
  • Dragonda
  • Grillo
  • Prevostura
  • Trinità

Il palio delle contrade si svolge il primo fine settimana di Giugno: Venerdì, vita e notte nel borgo, antichi mestieri, cerimonia del cero votivo ed artisti di strada – Sabato, arrivo dei Conti, corteo storico ed inizio dei festeggiamenti con i banchetti propiziatori nelle contrade. Domenica, corteo storico con centinaia di figuranti, spettacolo degli sbandieratori e disputa della quintana. La quintana aggiudica il palio alla contrada vincitrice. Essa si corre con gli anelli più piccoli d’Italia: 3 cm.

Ogni informazione, programma ed eventi collaterali sul sito ufficiale www.paliodellecontrade.com

Rocca dei Rossi

La Rocca dei Rossi è un castello che si trova a San Secondo Parmense nella provincia di Parma.

Fu costruita da Beltramdo Rossi intorno al 1385. Nata come rocca eretta a difesa dei propri domini, in seguito viene trasformata in palazzo sontuoso dopo importanti matrimoni stretti con famiglie nobili, quali gli Sforza, i Medici e i Gonzaga.

Tra le cose notevoli all’interno della rocca ci sono il cortile e lo scalone d’onore (di origini cinquecentesche) e, tra le varie sale, affrescate dai migliori artisti del tempo, ci sono la Sala dell’Asino d’Oro (risalente circa al 1530) e la Sala delle Gesta Rossiane.

Nel corso dei secoli l’originaria struttura ha subito numerose menomazioni, tra le quali (alla fine dell’800) un Oratorio contenente alcune tombe della famiglia Rossi, un teatro, il loggiato affacciato sul centro del paese, le stanze dei servitori, le scuderie e le prigioni. Rimangono invece le ali nord – nord/ovest (risalenti al ’500) e, separati dal corpo centrale, il mastio e l’antico ingresso attraverso il ponte levatoio.

Pieve di San Genesio

La Pieve di San Genesio è una pieve che si trova nelle vicinanze di San Secondo Parmense.

Le prime notizie della chiesa si hanno nel 1084, mentre il nome di pieve lo si conosce a partire dal 1195. Dotata anche di alcune funzioni civili, la pieve aveva undici cappelle a cui faceva capo. Realizzata a tre navate con materiale recuperato da antiche costruzioni romane, nel XIII secolo venne ricostruita sull’edificio precedente in seguito ad un’alluvione del Taro, ancora con le tre navate, sette campate e tre absidi.

Con lo sviluppo urbano del paese di San Secondo, che la allontana dal centro politico e religioso, l’importanza della pieve decade: le prime tre campate vengono abbattute insieme alla facciata, le navate laterali vengono adibite ad abitazione privata e a magazzino, la struttura della chiesa si abbassa a causa del terreno. Solo nella seconda metà del XX secolo vengono effettuati restauri che ne riportano alla luce l’originale splendore e la tolgono dal suo degrado.

Comments are closed.